COMUNICATO STAMPA - PROGRAMMA QUADRIFOGLIO: LA FORMAZIONE SI FA A SCUOLA E IN AZIENDA, PAROLA DI IMPRENDITORE

Ducati e Marchesini Group sono alcune delle oltre 100 imprese italiane che collaborano da anni con Programma Quadrifoglio per creare un nuovo modello di formazione che permetta ai giovani di conoscere e sviluppare il nostro patrimonio di cultura tecnica e di innovazione, il vero “Made in Italy”.

Programma Quadrifoglio è stato presentato come esempio di eccellenza all’interno di un seminario sul ruolo strategico dell’impresa formativa (che si è svolto a Bologna presso la Fondazione Aldini Valeriani il 3 Dicembre 2008), nel quale hanno portato la loro esperienza aziende come Coca Cola HBC Italia e Tetra Pak.

Bologna, 17 Dicembre 2008 – La formazione dei giovani professionisti di domani deve essere fatta nelle scuole e nelle università ma anche, e soprattutto, in azienda. Questo è il parere condiviso dalla quasi totalità delle oltre 100 imprese italiane che stanno attualmente collaborando con Programma Quadrifoglio, nato per valorizzare la formazione tecnica, la cultura industriale e l’innovazione attraverso la messa a punto di progetti specifici che uniscano la formazione scolastica e il mondo dell’impresa.
«Mai come in questo tempo di crisi dei consumi e della produttività a livello nazionale - sottolinea Gabriele Del Torchio, Amministratore Delegato di Ducati Motor Holding SpA - ci accorgiamo che le imprese del nostro settore, per poter rimanere sempre al massimo della performance, hanno bisogno che le infrastrutture locali, prima fra tutte la scuola tecnica, siano consapevoli dell'importanza della formazione partecipata. Occorre che con la massima urgenza si accolgano le esigenze del sistema produttivo e si adeguino finalmente i programmi: questo si ottiene anche grazie a modelli di relazione scuola-impresa come il Programma Quadrifoglio, che spingono per l'ammodernamento degli istituti e la loro trasformazione in centri di eccellenza politecnica». Ducati collabora da tempo al Corso di Laurea in Tecnologie Fisiche Innovative che, attivato da Programma Quadrifoglio presso la Facoltà di Scienze dell’Università di Ferrara, permette agli studenti di seguire, per la prima volta,alcuniinsegnamenti direttamente in azienda. Oltre a creare un nuova figura professionale (il “Tecnologo dell’Innovazione”), si propone dunque una svolta didattica e di apprendimento che rende l’impresa un luogo ideale per la formazione diretta. Nell’anno accademico 2007-2008, più di cinquanta aziende, tra cui la stessa Ducati, hanno accolto allievi che hanno svolto progetti di esame, coordinati dai docenti e da tutor aziendali. Gli studenti hanno, inoltre, l’opportunità di trascorrere un anno presso prestigiosi centri di ricerca internazionali.
Programma Quadrifoglio si propone come modello per perseguire una formazione sempre più adeguata alle esigenze del mondo del lavoro, creando una sempre maggiore integrazione fra impresa e università. A dimostrazione della sua efficacia, è stato presentato come esempio di eccellenza nella relazione e nell’ interscambio reale e concreto tra il mondo dell’istruzione e quello delle imprese, all’interno del seminario “L’impresa Formativa: integrazione tra sistema produttivo e mondo del sapere”, organizzato il 3 Dicembre 2008 a Bologna da Fondazione Aldini Valeriani per Fondirigenti. Questa iniziativa ha riunito importanti personalità del mondo industriale italiano (tra cui esponenti di Confindustria nazionale) e ha permesso ad aziende di grande rilievo, come Coca Cola HBC Italia e Tetra Pak, di portare la loro esperienza. Il modello di Programma Quadrifoglio ha suscitato particolare interesse nella società che si occupa della gestione dei processi di produzione, commercializzazione e distribuzione dei prodotti di The Coca-Cola Company. «Programma Quadrifoglio – spiega Laura Orsolini, Training & Leadership Development Manager di Coca-Cola HBC Italia - rappresenta una concreta practice di successo nel collegamento Università e Azienda». In questa occasione, è stata presentata e distribuita la pubblicazione in formato digitale dei primi progetti in azienda elaborati dagli studenti del Corso di Laurea in Tecnologie Fisiche Innovative.
Anche Maurizio Marchesini, Presidente Settore Metalmeccanico di Unindustria Bologna e Consigliere Delegato di Marchesini Group, un’altra delle tante realtà che collaborano a Programma Quadrifoglio,sottolinea il valore del modello. «Il futuro di un sistema di produzione come il nostro basato su piccole e medie imprese di eccellenza, dipende ora più che mai dall’infrastruttura formativa. Questo significa che aziende e scuole, per il loro sviluppo, dovranno trovare nuove modalità di trasmissione della conoscenza e della capacità di avviare progetti innovativi. Programma Quadrifoglio offre al sistema dell’istruzione tecnica un modello per adeguarsi a questa necessità che ora fa sentire la propria urgenza. Le imprese sono pronte e quando serve lo dimostrano». Programma Quadrifoglio si propone, infatti, come un esempio esportabile in grado di interessare tutte le fasi della formazione scolastica e di creare una collaborazione efficace con il mondo aziendale. Per quanto riguarda le scuole medie e gli istituti tecnici di Bologna e provincia, dove è attualmente attivo, i vari progetti hanno visto il coinvolgimento di 40 scuole, oltre 1.400 studenti, 90 insegnanti e 30 aziende del territorio. In appena due anni i progetti e le adesioni di scuole e classi sui temi e i concorsi promossi da Programma Quadrifoglio sono raddoppiati. Tutto questo è coerente con i dati che parlano di un 77% degli studenti degli Istituti Tecnici che vuole laurearsi per avere una migliore carriera professionale e che, per il 63%,si lascia guidare, nella propria scelta, dalla possibilità di imparare davvero all’interno delle aziende.
Programma Quadrifoglio è promosso e realizzato da quattro realtà bolognesi: l’Associazione Amici del Museo del Patrimonio Industriale, nata nel 1997 per consolidare la cultura d’impresa attraverso la promozione del progetto dell’omonimo museo; la Fondazione Aldini Valeriani, centro di eccellenza per lo sviluppo della cultura tecnica attraverso la creazione di sinergie tra il mondo della formazione e quello delle imprese; gli Istituti Aldini-Valeriani, storica scuola che, unendo teoria e pratica, ha formato molti dei protagonisti della realtà industriale emiliana;il Museo del Patrimonio Industriale, che permette di studiare, documentare, visualizzare e divulgare la storia economico produttiva di Bologna e del suo territorio.
Gli importanti sostenitori di Programma Quadrifoglio sono la Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, la Fondazione del Monte, l’Istituto per il Commercio Estero e Unindustria Bologna. Programma Quadrifoglio vanta il patrocinio del Comune di Bologna, della Provincia di Bologna, della Regione Emilia Romagna e della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Ufficio Stampa Programma Quadrifoglio:

Referente Programma Quadrifoglio:

Eclettica Relazioni Pubbliche

Fondazione Aldini Valeriani

Riccardo Polesel (335 480223), Sara Iafelice

Maddalena Suriani

Via Porta Nova, 18 – 40123 Bologna

Via Bassanelli 9/11 – 40129 Bologna

Tel. 051 268165

Tel. 051 4151917

Fax 051 273699

Fax 051 4151920

riccardo.polesel@ecletticarp.com

maddalena.suriani@fav.it

sara.iafelice@ecletticarp.com

www.fav.it

www.ecletticarp.com

www.programmaquadrifoglio.it

17 dicembre 2008

HomePage