HUMOUR

 

 

DIVISI di Renato Nicodemo 

Divisi su tutto!

 

<<i>Noi fummo da secoli

Calpesti, derisi

Perché non siam popolo,

Perché siam divisi.</i>

Inno di Mameli

 

E ti pareva che anche sulla cd. Riforma Moratti della Scuola non ci schierassimo su sponde opposte, noi che a ben vedere siamo stati da sempre divisi su tutto: Guelfi e Ghibellini, Montecchi e Capuleti, fascisti e antifascisti, divorzisti e antidivorzisti, nordisti e sudisti, tifosi di Binda e di Guerra, appassionati di Mina e di Milva, interventisti e pacifisti, ecc.
La partita di pallone che più ci appassiona  è il derby.
Si pensi che siamo divisi financo sulla celebrazione del 1° maggio, per non parlare di quella del 25 aprile.
Non c’è che fare: la nostra natura è manichea, siamo per i colori e le passioni forti e non ammettiamo sfumature.      
Prima di avere la TV a colori ci dividemmo in pallisti e secamisti, secondo la preferenza per il  sistema PAL o SECAM.
La nostra faziosità ci fa subito dividere ad ogni grande processo in colpevolisti e innocentisti.    
Che io ricordi non ci siamo divisi solo sul modo di rompere le … uova: se dalla parte grossa o dalla parte piccola. E non è cosa da poco se si pensa che l’impero di Lilliput e quello di Blefuscu gareggiarono per parecchie lune proprio per questa ragione (Swift, I viaggi di Gulliver, Milano 1982, pp 121 seg.).  
Riuscirà la nuova Scuola, attraverso l’Educazione alla convivenza civile, a farci  essere più “vincoli” e meno “sparpagliati”, come diceva Pappatone? Mah!