CORSI DI AGGIORNAMENTO PROPOSTI

COOPERAZIONE DEI GENITORI  CON LA SCUOLA

1.Titolo

LA Legge 53/2003 E LA COOPERAZIONE DEI GENITORI CON LA SCUOLA

 

2.Motivazioni

L’art. 1 della Legge 53/2003 prevede LA cooperazione TRA genitori E scuola (<<favorire la crescita e la valorizzazione della persona umana, nel rispetto dei ritmi dell'età evolutiva, delle differenze e dell'identità di ciascuno e delle scelte educative della famiglia, nel quadro della cooperazione tra scuola e genitori, in coerenza con il principio di autonomia delle istituzioni scolastiche e secondo i principi sanciti dalla Costituzione>>)

·                     L’ultimo comma  dell’art. 9 del  d.p.r. 275/1999 vede che le scuole possano organizzare Corsi per genitori (.<<Nell'ambito delle attività in favore degli adulti possono essere promosse specifiche iniziative di informazione e formazione destinate ai genitori degli alunni>>(Art.9, comma 5,  D.P.R. 275/1999.

·                     Pertanto si rende quanto mai necessario che tutte  le istituzioni scolastiche organizzino specifiche iniziative di informazione e formazione

 

2. destinatari

·                     genitori degli alunni

·                     operatori scolastici (Dirigenti scolastici e docenti)

 

4.Obiettivi

·                      prendere consapevolezza delle forme di cooperazione tra scuola e genitori

·                     Maturare atteggiamenti e competenze relazionali, che consentano ai genitori ed ai docenti di cooperare durante le fasi della progettazione, della realizzazione  e della valutazione dell’azione educativa e didattica  svolta dalla scuola

 

5. Contenuti/Attività

5.1. Il diritto dei genitori all’educazione dei figli così come è garantito dall’art. 30 della Costituzione ed il riconoscimento del diritto dei genitori a cooperare con la scuola sancito nella Legge 53/2003

5.2. Le norme contenute nel D.P.R. 275/1999 in ordine alla cooperazione dei genitori con gli operatori scolastici

5.3. Il valore della cooperazione dei genitori  e la libertà di insegnamento, intesa soprattutto sul piano metodologico-didattico, nel rispetto degli obiettivi formativi  stabiliti dallo Stato e scelti dai genitori

5.4. Il ruolo dei genitori nella elaborazione  del POF

5.5. Il ruolo dei genitori nella elaborazione  dei Piani di studio personalizzati

5.6. Il ruolo dei genitori nella definizione degli obiettivi formativi  e delle attività educative opzionali

5.7. Il ruolo dei genitori nella elaborazione  del Portfolio

5.8. La cooperazione dei genitori ed il reperimento delle risorse necessarie

5.9. Gli strumenti tecnologici che facilitano la cooperazione tra operatori scolastici e genitori

5.10. Le dinamiche relazionali

 

6. Impianto metodologico

Relazioni ed esercitazioni.

Utilizzo di materiali informatici e non.

Ai corsisti sarà consegnato un apposito Dossier

 

7. CALENDARIO

10 incontri di 3 ore.

 

8. Verifica e valutazione

Saranno verificate le competenze iniziali, in itinere e finali.

 

9. Documentazione

Le attività saranno supportate da apposito Dossier.

 

10. Sede di svolgimento

In una sede scolastica

 

11. Periodo di  svolgimento

All’inizio e nel corso dell’anno scolastico

 

12. Direttore del corso

Il Dirigente scolastico

 

13. Relatori

Esperti altamente qualificati sul piano delle tematiche affrontate.

 

14. Animatori dei  lavori  di gruppo

Esperti altamente qualificati sul piano delle tematiche affrontate.

 

15. Piano finanziario

Progettazione

Elaborazione del Dossier

Organizzazione del Corso

Gestione del Corso

Relatori

Animatori dei lavoro di gruppo

Direzione del Corso

 

HomePage