BIBLIOGRAFIE E RECENSIONI

ROGERS C.R., Terapia centrata sul cliente, EDIZIONI LA MERIDIANA, Molfetta (BA), 2007.
(Dalla Prefazione di Carl Rogers e con Introduzione di Alberto Zucconi)

"Butterei volentieri via tutte le parole di questo manoscritto se potessi in qualche modo indicare efficacemente l'esperienza vissuta di cui è fatta la terapia. E un processo, una cosa in sé, un'esperienza, una relazione, una realtà dinamica." (Carl Rogers)

“Questo libro tratta della sofferenza e della speranza, dell' angoscia e della soddisfazione di cui è pieno lo studio di ogni terapeuta. Tratta dell'unicità della relazione che ogni singolo terapeuta allaccia con ogni singolo cliente e nello stesso tempo degli elementi comuni che si scoprono in tutte queste relazioni. Parla del cliente che siede nel mio studio lottando per essere se stesso ed è nello stesso tempo mortalmente spaventato di essere se stesso, del cliente che tenta di vedere la sua esperienza così com'è, desidera di essere quell' esperienza ed è terrorizzato nello stesso tempo da tale prospettiva. Questo libro parla di me mentre sto con questo singolo cliente, confrontandomi con lui, partecipando a quella sua lotta nel modo più profondo di cui io sia capace. Parla dei miei tentativi di percepire la sua esperienza vissuta e del significato e dell' aroma che questa esperienza ha per lui. Parla del mio rammarico per l'umanissima fallibilità della comprensione di quel cliente e per tutte le volte in cui non ce la faccio a vedere la sua vita come lui stesso la vede. Parla del compiacimento per il mio privilegio di agire come levatrice di una nuova personalità, del mio timore reverenziale di fronte alt' emergere di un sé, di una persona, del mio assistere a una nascita, in cui ho avuto ruolo importante di facilitazione. Tratta del cliente e di me mentre osserviamo con ammirazione le forze potenti e ordinate che trapelano in tutta questa esperienza, forze che sembrano profondamente radicate nell'intero universo. Credo di poter dire che questo libro tratta della vita così come si manifesta nel processo terapeutico, con il suo cieco potere e con la sua tremenda capacità di distruzione, ma anche con la sua travolgente spinta verso la crescita non appena si presentino le condizioni favorevoli”.
Rogers, uno dei fondatori del movimento di psicologia umanistica, è tra gli psicologi più influenti del ventesimo secolo. Il suo impatto sull'insegnamento, sul counseling, sulla psicoterapia, sulla risoluzione dei conflitti e sulla pace è senza paragoni. Carl Rogers ha determinato una trasformazione basilare e profonda nel campo della psicologia e delle relazioni umane. La sua intensa convinzione che ogni persona avesse valore, dignità e la capacità di autodeterminarsi, era contrario pensiero diffuso ai suoi tempi.

Di Carl Rogers la Meridiana ha pubblicato: Carl Rogers: un rivoluzionario silenzioso (2006)

HomePage